Benvenuto in MeteOne Italia: il forum della meteorologia in Italia.

User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Staff MPB Lazio Hp delle Azzorre
    Punti: 9.005, Livello: 63
    Livello completato: 85%, Punti richiesti per il prossimo livello: 45
    Attività Generale: 8,0%

    Data Registrazione
    12 March 2008
    Località 
    Oklahoma City, United States
    Età 
    40
    Messaggi
    839
    Punti
    9.005
    Livello
    63
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    20 Post(s)
    Taggato
    0 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    11

    Predefinito [Didattica di base] - I Radiosondaggi e come si leggono - Tabella indici termodinamici

    Bene ragazzi se volete sapere qualcosa dei Radio Sondaggi armatevi di pazienza e leggete quanto ho da spiegarvi perche sara utile per la primavera che vi avviso sara movimentata.
    RaOkay veniamo a questa lezioncina. Confesso che per me capire il funzionamento di un radiosondaggio non è stata cosa facile cercherò quanto meno di spiegarvelo in modo molto semplice e comprensibile specie a chi è alle prime armi.

    Innanzi tutto i radiosondaggi in italia, sono fatti proprio dall'aereonautica militare che ogni 12 ore lancia un pallone sonda verso il cielo, scandagliando e creando uno spaccato dell'aria che si trova sopra le nostre teste.I valori presi in esame di un grafico RS (Radio Sondaggio) mette in evidenza tutti i vari indici termodinamici che servono a un previsiore per fare un pò una sorta di previsione a breve termine. Ovviamente per tirare giu una previsione non si può solo guardare un RS ma bisogna avere anche altri mezzi di nowcasting come un "ANALISI SINOTTICA" a tutte le varie quote, che poi spiegherò cos'è in qualche altro post.
    I valori termodinamici che vengono fuori su questi RS (radiosondaggi) indicano più o meno gli ingredienti in atto al momento della rilevazione e quindi indicano la predisposizione all'innesco di una eventuale temporale. Questo però non è detto che può formarsi quasi sicuramente al 100% perche questo? perche un temporale per formarsi ha bisogno della scintilla iniziale che è appunto data dalla spinta ascensionale.
    Questa spinta spesso viene originata o da un sistema frontare come un comune fronte freddo, oppure come avviene in estate per il surriscaldamento dei bassi strati in ogni caso per particolari condizioni dinamiche.
    Quando vediamo sviluppare qui poderosi sistemi temporaleschi che nella maggior parte dei casi sono composti da supercelle (spiegherò anche an altro post cos'è una supercella) in un radiosondaggio dobbiamo andare a vedere i vari valori come

    • CAPE (che non è altro l'energia potenziale di convezione)
    • Lifted Index(LI),
    • Totals Totals Index (TT),
    • K Index (K),
    • Umidità (U)

    questi non sono altro che i valori che determinano lo stato di "instabilità" dell'aria e quindi misurano se l'atmosfera è appunto predisposta all'innesco di attività temporalesca.
    Ci sono anche altri valori come l'indice SWEAT, BRN che spesso viene usato per misurare la probabilità di Tornado o di particolari supercelle ma ne riparliamo poi.

    Una notazione che francamente mi ha sempre reso un pò difficoltosa la comprensione dei RS e cioè la provenienza del vento e i vari gradi.. cioè
    Ho appreso che la provenienza del vento nei radiosondaggi è espressa mediamente in gradi sessagesimali quindi sostanzialmente se il nord corrisponde a:

    0°= NORD
    90°=EST
    180°=SUD
    270°=OVEST

    Mentre se rapportiamo il diagramma aereologico le isoterme sono inclinate di 45° verso destra rispetto appunto alle linee orizzontali della pressione quindi, se non vado errato avremo.

    45°=NORD EST
    135°= SUD EST
    225°= SUD OVEST
    315°= NORD OVEST

    Sostanzialmente il diagramma aereologico comunemente diffuso è quello Skew (T-In p) proprio perche ha le coordinate verticali e la pressione (p) in scala logaritmica.

    Spero che in questo primo passaggio non vi ho fatto venire il mal di testa non è facile concepire il radiosondaggio per come è strutturato. Andiamo più a fondo su un radiosondaggio
    Prendiamo ad esempio un radiosondaggio di Pietro Capofiume molinella è di oggi 2 Luglio... ovviamente vi dico subito che questo RS è molto particolare perche mette in evidenza una situazione ESPLOSIVA



    Il rischio di fenomeni grandigeni qui è abbastanza alto... ma vediamo nel dettaglio:


    Andiamo subito a spiegare le varie linee:


    Allora la curva di stato cioè quello della temperatura è rappresentato da quella ROSSA, mentre quella del Dew Point è Azzurra.
    Quando queste 2 linee sono vicine si suppone che l'aria è molto umida e vicina al punto di saturazione, come in questo caso.
    La linea Verde invece è la velocità del vento che viene espressa in nodi;
    mentre la linea viola rappresenta la adiabatica satura, questa indica sostanzialmente la termovariazione adiabatica verticale che spesso avviene in presenza di aria satura.

    In generale sappiamo che l'aria secca in salita mediamente perde circa 1 grado per ogni 100mt mentre sale, invece se questa inizia a condensarzi allora essa comparira come calore latente; questo calore farà si che l'aria sostanzialmente non perda più di 1 grado ogni 100mt come normalmente fa ma solo di 0.6 gradi ( variabili ).
    Questa linea che costituisce l'adiabatica satura mette in evidenza i vari valori della temperatura che assumerebbe in questi casi la particella d'aria ai vari successivi livelli atmosferici .

    Ora la linea viola della particella adiabatica parte all'interno del grafico da due punti ben definiti:
    Quello sulla destra indica il valore dal suolo al livello di condensazione che è rappresentato dall' LCL, in questo caso è quella ADIABATICA SECCA proprio perche questa non condensa in goccioline e quindi perde il suo grado ogni 100mt. mentre l'adiabatica satura è tracciata sostanzialmente dal valore LCL in su e quindi non perde 1 grado ogni 100mt ma di meno, quindi i famigerati 0.6 gradi ogni 100mt. Abbiamo un'altra linea viola che si vede dal valore LCL più a sinistra che non è altro che l'istogramma che incrocia la nostra particella d'aria in ascesa attorno al limite LCL, questa non è altro che il dew point della mssa d'aria a livello del suolo.

    Spero che fin qui ci siete...

    andiamo avanti:

    Ora invece andiamo a vedere che cos'è quell'AREA VERDE che si vede tra la curva rossa e quella viola, questa si chiama CAPE, mentre quella sotto rappresentata in rosso è il CINH.

    Nell'esempio qui in alto come potete vedere l'area del cape è molto più estesa rispetto a quella del CINH, in questi casi SONO LE CONDIZIONI FAVOREVOLI ALLO SVILUPPO DI ATTIVITA TERMOCONVETTIVA proprio grazie alla notevole energia in gioco.

    Mentre quell'area gialla sulla parte bassa del grafico che corrisponde all'area verde del CAPE.
    Quella scritta a sinistra CHIN*5 indica un sistema per riportare sostanzialmente il tracciato del CAPE che del CINH in contemporanea, cmq sia io non ne tengo tanto conto.

    Andiamo ora a vedere LCL questo valore non è altro che il livello di condensazione forzata, che cosa significa? Che non è altro dove l'adiabatica secca incontra la isoigrometrica passante per il valore iniziale del Dew Point al suolo. Questa isoigrometrica non è altro che una linea che unisce per ogni valore di pressione e temperatura tutti i punti dove la massa d'aria satura è la stessa umidità specifica.
    Ricordiamo che la linea LCL non è altro sostanzialmente il limite o la quota alla quale si forma la base di una nube cumuliforme prprio perche a quella quota inizia la condensazione del vapore acqueo.

    E' quindi chiaro che una linea LCL bassa indica aria molto umida su tutta la colonna d'aria e in questi casi è maggiore la possibilità di fenomeni intensi, non solo ma una linea LCL bassa potrebbe far presupporre la possibile formazione di TORNADO che toccano terra proprio perche sono più vicini al suolo.

    Ho evidenziato poi anche il valore EL... che cos'è? EL indica sostanzialmente il punto di inversione termica che spesso si trova tra troposfera e stratosfera e non fa altro che rappresentare il punto dove la curva di stato incrocia l'adiabatica satura, sostanzialmente oltre questa quota i processi convettivi SI ARRESTANO e quindi non vanno oltre.
    Con il valore EL possiamo vedere anche la presenza di Overshooting top.

    Dopo avervi un pò come dire "UBRIACATO" con questi valori andiamo a stendere sostanzialmente una tabella dei valori principali che sono come detto:

    • CAPE (Convective Available Potential Energy)
    • CINH (Convective Inibition)
    • LI (Lifted index)
    • TT (Totals totals index)
    • K (K index o Indice di Whiting)
    • SWEAT (Sweat index)

    Ci sarebbero poi altri indici che francamente vi confesso ancora non ne ho la piena conoscenza ma sostanzialmente i valori più importanti sono proprio questi.

    Cominciamo con i valori CAPE, la scala cape è formata in questo modo


    • con valore CAPE minore di 500 = assenza di temporali
    • con valore CAPE compreso tra 500 ÷ 1000 = Possibilità di locali ed isolati temporali
    • con valore CAPE compreso tra 1000 ÷ 2000 = alta probabilità di temporali
    • con valore CAPE uguale o superiore a 2000 = Possibilità di temporali di forte intensita con possibili fenomeni tornadici.


    Avevo gia spiegato una volta che cos'era il CINH .. non so chi se lo ricorda ad ogni modo questo valore non è altro che una sorta di anti CAPE non è altro che l'energia disponibile in bassa troposfera, questa è espressa in Joule, rappresenta l'area nell'impedire la partenza di moti verticali spontanei.

    in questa piccola suddivisione cito anche il valore CAP, che cos'è? non è altro che una sorta di CAPPELLO o CAPPA che agisce in questo modo da "COPERCHIO" , questo avviene specie quando uno strato d'aria più calda e secca scorre sopra un'inversione termica negli strati più bassi che non fa altro che inibire la convezione sfavorendo di molto la crescita dell'energia con l'aumento della temperatura e umidita dei bassi strati. in sostanza più è alto questo CAP più sono basse le probabilità di una convezione spontanea
    questo valore CAP + CINH determinano questa scala.



    • Con valore CINH da 0 a 50 il CAP è basso quindi la convezione potra partire anche spontaneamente


    • con valore CINH da 51 a 199 il CAP è medio in questo caso ci potrà essere convezione questo solo se il sistema frontale che sta per passara è particolarmente dinamico e instabile.


    • con valore CINH uguale o superiore a 200 il CAP è alto e in questo caso sara difficile la partenza di celle convettive anche in presenza di elevati valori di CAPE. (Normalmente CINH e CAP alti si hanno in inverno con suoli particolarmente freddi ), ma non è mai detto infatti come spesso in questi periodi estivi accade un valore CINH elevato potrebbe anche significare che l'attività temporalesca avverra nel pomeriggio, questo appunto per dar modo al sole di riscaldare bene bene i bassi strati, un pò come succede in questi giorni sulla Pianura padana.

    Altro valore da tenere in evidenza è il LI (Lifted Index) dove abbiamo una scala cosi formata:


    • Con valore LI maggiore di +2 = assenza di temporali


    • Con valore LI da 0 a +2 = possibilità di isolati temporali


    • Con valore LI da -2 a 0 = temporali abbastanza probabili


    • Con valore LI -4 a -2 = possibilità di temporali forti


    • Con valore LI uguale o minore di -6 = temporali forti abbastanza probabili; possibili tornado.


    Altro importante valore è appunto il TT (Totals Totals Index), ecco la sua scala di misurazione:


    • Con valore TT minore o uguale a 44 = assenza di temporali


    • Con valore TT tra 44 ÷ 45 = possibilità di temporali isolati e moderati


    • Con valore TT tra 46 ÷ 47 = temporali moderati sparsi/possibili temporali forti


    • Con valore TT tra 48 ÷ 49 = temporali moderati sparsi/isolati temporali forti


    • Con valore TT tra 50 ÷ 51 = temporali forti sparsi/possibili tornado


    • Con valore TT tra 52 ÷ 55 = numerosi temporali forti/tornado abbastanza probabili


    • Con valore TT Maggiore o uguale a 55 = numerosi temporali forti/tornado molto probabili.


    infine ecco il valore K ovvero l'indice di Whiting cioè quello che misura in percentuale la probabilità di temporali:


    • Valore K minore o uguale a 15 = 0 % (probabilità di temporali nulla)


    • Valore K da 15 a 20 = meno del 20% di probabilità


    • Valore K da 21 a 25 = probabilità da 20 a 40% formazione temporali


    • Valore K da 26 a 30 = Probabilità da 40 a 60% formazione temporali


    • Valore K da 31 a 35 = Probabilità da 60 a 80% formazione temporali


    • Valore K da 36 a 40 = Probabilità da 80 a 90% formazione Temporali


    • Valore K maggiore o uguale a 40 = Probabilità da 90% a 100% formazione temporali


    Per qualsiasi domanda sono a vostra disposizione!

    Ultima modifica di Roberto1978; 29 January 2010 alle 02:05

  2. #2
    Founder Meteopb Polo Nord
    Punti: 297.702, Livello: 100
    Livello completato: 0%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 100,0%

    Data Registrazione
    07 September 2008
    Località 
    Altamura Sud - Via Carpentino(BA) 476m / Roma Zona periferia Sud
    Età 
    27
    Messaggi
    44.736
    Punti
    297.702
    Livello
    100
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    180 Post(s)
    Taggato
    1 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    10

    Predefinito Re: [Didattica di base]- I Radiosondaggi e come si leggono e Tabella indici termodinamici

    Ottima spiegazione questa sui radiosondaggi, la consiglio a tutti di leggerla molto utile

  3. #3
    Staff MPB Lazio Hp delle Azzorre
    Punti: 9.005, Livello: 63
    Livello completato: 85%, Punti richiesti per il prossimo livello: 45
    Attività Generale: 8,0%

    Data Registrazione
    12 March 2008
    Località 
    Oklahoma City, United States
    Età 
    40
    Messaggi
    839
    Punti
    9.005
    Livello
    63
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    20 Post(s)
    Taggato
    0 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    11

    Predefinito Re: [Didattica di base]- I Radiosondaggi e come si leggono e Tabella indici termodinamici

    ehh lo so Dan... infatti l'ho inserita anche in questo forum, l'avevo fatta pure sul forum Bernacca... mi pare ovvio che deve essere spiegata anche qui ^_^

    poi vi farò sapere qualcosa di + durante la primavera!

  4. #4
    Founder Meteopb Polo Nord
    Punti: 297.702, Livello: 100
    Livello completato: 0%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 100,0%

    Data Registrazione
    07 September 2008
    Località 
    Altamura Sud - Via Carpentino(BA) 476m / Roma Zona periferia Sud
    Età 
    27
    Messaggi
    44.736
    Punti
    297.702
    Livello
    100
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    180 Post(s)
    Taggato
    1 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    10

    Predefinito Re: [Didattica di base]- I Radiosondaggi e come si leggono e Tabella indici termodinamici

    Citazione Originariamente Scritto da Roberto1978 Visualizza Messaggio
    ehh lo so Dan... infatti l'ho inserita anche in questo forum, l'avevo fatta pure sul forum Bernacca... mi pare ovvio che deve essere spiegata anche qui ^_^

    poi vi farò sapere qualcosa di + durante la primavera!
    Io la metterei in evidenza è estremamente importante. Complimenti perchè fatta veramente bene

  5. #5
    Staff MPB Lazio Hp delle Azzorre
    Punti: 9.005, Livello: 63
    Livello completato: 85%, Punti richiesti per il prossimo livello: 45
    Attività Generale: 8,0%

    Data Registrazione
    12 March 2008
    Località 
    Oklahoma City, United States
    Età 
    40
    Messaggi
    839
    Punti
    9.005
    Livello
    63
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    20 Post(s)
    Taggato
    0 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    11

    Predefinito Re: [Didattica di base]- I Radiosondaggi e come si leggono e Tabella indici termodinamici

    Grazie Danyyy questa spiegazione l'avevo fatta nel lontano 2008 sul forum Bernacca e l'ho riportata qui apposta ho cercato pure di usare termini "terra terra" perche per capire tutti i vari elementi del radio sondaggio c'ho impiegato un pò e ora la metto a disposizione anche a voi! ^_^

  6. #6
    Utente registrato Cammello
    Punti: 2.931, Livello: 33
    Livello completato: 21%, Punti richiesti per il prossimo livello: 119
    Attività Generale: 14,0%

    Data Registrazione
    23 August 2010
    Località 
    Søborg , Danmark
    Età 
    51
    Messaggi
    417
    Punti
    2.931
    Livello
    33
    Post Grazie / Mi Piace
    Menzionato in
    1 Post(s)
    Taggato
    0 Discussione(i)
    Potenza Reputazione
    9

    Predefinito Re: [Didattica di base]- I Radiosondaggi e come si leggono e Tabella indici termodinamici

    Ottimo,lo consiglio pure io a tutti , molto esaudente
    me lo leggo con calma e cercherò di capirci un po' di più perchè sono alle prime armi.
    Grazie tante

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 25 January 2017, 13:43
  2. Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 19 May 2014, 14:33
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 23 May 2012, 21:45
  4. La dinamicità e gli indici negativi mettono in difficoltà i modelli
    Di DanieleChierico nel forum Meteorologia & Scienze Affini
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30 January 2010, 20:39

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •