La sera del 9 ottobre 1963 i sensori posizionati attorno alla frana si muovevano a vista d'occhio, la Sade iniziò lo svaso del lago aggravando così la situazione, la frana infatti aumentò di velocità precipitando nel bacino alle ore 22:39, un lampo eccecante, un pauroso boato il Monte Toc franò nel lago artificiale creando tre enormi ondate...